Come vestirsi per viaggiare in aereo…

Con stile e praticità.

Anche in viaggio ci piace essere alla moda. 

Quando devo affrontare un viaggio lungo in aereo il primo pensiero è quello di indossare una tuta comoda e calda.

Ma anche se amo la praticità mi piace vestire bene.

Niente tacchi, gonne o vestiti attillati. 

I Leggings di cotone sono i miei più fedeli alleati. Comodi, pratici e alla moda! Alcune volte li abbino alle sneakers, ma il più delle volte indosso i miei stivaletti neri senza tacco. Li amo e sono comodissimi e anche molto pratici avendo semplicemente la cerniera. Si sa in aeroporto ci fanno togliere le scarpe ai controlli, a me capita praticamente sempre. I miei stivaletti li tolgo e li rimetto nel giro di pochi secondi. 

Se parto in estate indosso una t-shirt ma porto sempre con me una felpa e un foulard. Sull’aereo, per chi non avesse mai fatto viaggi lunghi, ci sono i pinguini. Fa freddissimo! In inverno oltre alla t-shirt aggiungo un maglione.

La prima volta che ho affrontato un viaggio di lungo raggio, era Agosto, sono rimasta sorpresa nel vedere una donna, appena salita sull’aereo, tirare fuori dallo zaino un piumino, una felpa, calze imbottite e sciarpa. Non ne capivo il motivo. Io avevo leggings, scarpe da tennis con fantasmino e t-shirt. Ma dopo il decollo ho capito che la donna accanto a me era esperta di viaggi lunghi in aereo!  Faceva freddissimo, nemmeno la coperta concessa dalla compagnia riusciva a calmare i brividi. Ho chiesto persino all’hostess se potesse alzare l’aria condizionata ma mi ha spiegato che solo i piloti potevano controllare i gradi dell’aria condizionata ma che comunque quel clima era per la nostra sicurezza. Se anche un solo passeggero fosse stato malato, influenza, raffreddore e cose di questo genere, avrebbe contagiato l’intero aereo. Mantenendo il clima freddo i batteri muoiono, così c’è minor rischio di contagio.

Quindi ormai sono più che preparata al clima “da congelamento” che troviamo sull’aereo. 

Nello zaino che porto con me ci sono sempre: un foulard, calzettoni alti (l’ultima volta ho sofferto tantissimo il freddo alle caviglie, le avevo surgelate), felpa con cerniera e maglietta a maniche lunghe. Ve l’ho detto che soffro il freddo sull’aereo?!

Non trascuriamo assolutamente la cura della nostra pelle. L’aereo disidrata moltissimo, quindi oltre a bere molto portate con voi una crema idratante da applicare spesso, il burrocacao per le labbra (a me si seccano tantissimo). Quando parto mi trucco pochissimo, applico solo una crema idratante colorata, mascara e matita dentro l’occhio. Ma sull’aereo mi strucco, portate le salviette struccanti. Un’ora prima dell’arrivo applico nuovamente un make-up leggero. 

Se non volete chiamare l’hostess ogni mezz’ora per farvi portare l’acqua, potete fare come me. Io porto una borraccia da viaggio pieghevole, di quelle morbide, e chiedo una volta sull’aereo, di riempirla d’acqua. Così posso bere quando voglio senza dover chiamare in continuazione l’hostess. 

Borracce pieghevoli

Nel prossimo articolo parlerò del beauty case da portare in aereo!